mercoledì 26 ottobre 2016

MILIARDI PER I MIGRANTI. BRICIOLE PER GLI ITALIANI POVERI

MILIARDI PER I MIGRANTI.
BRICIOLE PER GLI ITALIANI POVERI

26 ottobre 2016. Roma. Il "Potere Esecutivo" italiano decide di destinare 10 miliardi spalmati in tre anni per la gestione dei migranti che arrivano in Italia. L'accoglienza costosissima si rivela, di fatto, un FINANZIAMENTO DIRETTO alle ORGANIZZAZIONI CRIMINALI specializzate nella TRATTA degli ESSERI UMANI. Di più, la destinazione di questa enorme, enorme, ... ENORME SOMMA, IMPRONUNCIABILE SE ESPRESSA IN LIRE, (circa 20.000.000.000.000 di Lire) dà uno schiaffo alla incidenza della povertà assoluta in Italia: circa 10 ITALIANI SU 100 sono in STATO DI POVERTA' ASSOLUTA, anche se lo schema del TG2 riprodotto in fotocopertina/RassegnaStampa indica quasi otto italiani su cento, a ciò si devono aggiungere i poveri effettivi sconosciuti, cioè quelli che si vergognano a dirlo e quelli che non hanno alcuna certificazione isee a documentare il loro "status" di povertà assoluta. Anche Dombrovskis e Moscovici hanno mandato una lettera allo Stato Italiano per contestare queste enormi somme: 3,3 MILIARDI per il 2016 e 3,8 MILIARDI per il 2017 (e altrettanti per il 2018), con richiesta di rispondere entro domani, giovedì 27 ottobre 2016 (vedi data evidenziata nella scansione della lettera firmata dai due commissari UE). Ecco allora non c'è da meravigliarsi di chi si organizza con vere e proprie barricate, perché ha capito che il loro territorio verrebbe "forzosamente" destinato per commettere un vero e proprio reato di RICETTAZIONE visto che il Prodotto Mafioso della Tratta è appunto il clandestino/migrante o migrante/economico che dir si voglia (più o meno richiedente asilo) che viene "commercializzato" dietro pagamento di MILIARDI dei contribuenti italiani. La MAFIA ECONOMICAMENTE PIU' FORTE ha da tempo capito che invece di "investire" nel commercio delle GRIFFE MODA CONTRAFFATTE (realtà criminale pur sempre presente nei nostri territori) guadagna molto, molto, molto di più puntando nel "commercio" del "CLANDESTINO CONTRAFFATTO", cioè nella Tratta degli Esseri Umani MIGRANTI ECONOMICI SCAMBIATI (ergo "contraffatti"), cioè spacciati PER IMMIGRATI RICHIEDENTI ASILO (provenienti da zone di guerra - zone ben limitate che non possono generare centinaia di migliaia di sbarcati ogni anno). Poi, sempre oggi verso le 19,10 e alle 21,19, è tornata la "SVEGLIA TERREMOTO", che dovrebbe far riflettere "chi" è nella "Stanza dei Bottoni" dei flussi finanziari in manovra per decidere effettivamente a chi si dovrebbero dare i Miliardi: non alle Mafie degli Immigrati ... ma ai nostri Poveri!! in primis i Terremotati. ... ma non basta. Al Terremoto fisico si deve aggiungere il TERREMOTO IVA con l'ipotesi di far aumentare di ben 3 punti percentuali l'attuale aliquota, che secondo le analisi potrebbe passare dal 22% (GIA' ALTISSIMA E INSOSTENIBILE) ADDIRITTURA AL 25% !!!!! Percentuale che decreterebbe la MORTE UFFICIALE dei consumi interni, con la conseguente CHIUSURA di moltissime ATTIVITA'. (sopra e sotto Rassegna Stampa audiovisiva di riferimento: TGUno TG2 e TG3 della RAI di ieri sera e di oggi).


 
Aggiornamento del 4 novembre 2016. Dopo la presa di posizione del Papa nella conferenza stampa al rientro dai Luterani, circa la necessità di non accogliere troppi immigrati, più di quanti concretamente possano trovare lavoro o integrarsi, finalmente anche qualche Ministro dell'attuale Governo italiano evidentemente si è svegliato dal "torpore" di un buonismo complice dei Mafiosi della Tratta. Stiamo parlando del Ministro degli Esteri Gentiloni, che ha detto: "Sono illegali due terzi degli immigrati che arrivano in Italia". Purtroppo la notizia è stata "oscurata" da gran parte dei media. Unico titolo riportato è quello registrato su RAI NEWS alle 11,57 di venerdì 4 novembre (in scansione).




lunedì 10 ottobre 2016

il Premier Matteo Renzi in visita al quartier generale della TOD'S di Diego Della Valle per la ricostruzione di Arquata del Tronto

il Premier Matteo Renzi in visita al quartier generale della TOD'S di Diego Della Valle per la ricostruzione di Arquata del Tronto
Roma 11 Ottobre 2016 - Oggi il Premier Matteo Renzi si recherà in visita al quartier generale della TOD'S di Diego Della Valle, primo imprenditore che ha aderito all'appello del Presidente del consiglio dei Ministri per la ricostruzione di Arquata del Tronto. L'imprenditore calzaturiero è leader indiscusso del cosiddetto "Made in Fermano & Maceratese - Italy" cioè il prodotto moda accessori (in particolare scarpe e borse) del distretto produttivo più importante nel mondo per numeri e qualità. Della Valle realizzerà a breve una fabbrica di calzature nell'entroterra sud del distretto produttivo, colpito gravemente dal recente terremoto del 24 agosto 2016. L'investimento è di carattere "pubblico/privato". Con l'occupazione delle maestranze artigianali si eviterà la desertificazione del territorio.
Precedenti News con Matteo Renzi: